Politici e elezioni, Voto libero e di partecipare attivamente alla democrazia, Voto per il cambiamento, On line referendum
left right

Biografia Pier Luigi Bersani

> Italy > Politici > Partito Democratico > Pier Luigi Bersani
Pier Luigi Bersani Pier Luigi Bersani
Pier Luigi Bersani
Un politico italiano. | An Italian politician.
email

DESCRIZIONE DEL CANDIDATO: 

Pier Luigi Bersani Biografia

ITA:

 

Pier Luigi Bersani (Bettola, 29 settembre 1951) è un politico italiano, segretario del Partito Democratico dal 2009. Presidente della Regione Emilia-Romagna tra il 1993 e il 1996, è stato Ministro dell'Industria, Commercio e Artigianato nei governi Prodi I e D'Alema I, Ministro dei Trasporti e della Navigazione nei governi D'Alema II e Amato II, Ministro dello Sviluppo Economico nel governo Prodi II. È il candidato alla Presidenza del Consiglio dei ministri della Repubblica Italiana per la coalizione di centro-sinistra Italia. Bene Comune alle elezioni politiche del 2013, dopo la vittoria alle primarie del 2012.

 

Pier Luigi Bersani è nato a Bettola, in provincia di Piacenza, il 29 settembre 1951, in una famiglia di artigiani. Suo padre Giuseppe era meccanico e benzinaio. I familiari erano cattolici praticanti, e non vedevano di buon occhio la sua militanza nel PCI. Si è laureato con lode in filosofia all'Università di Bologna nel 1974, con una tesi sulla storia del Cristianesimo, centrata sulla figura di Papa Gregorio Magno.

 

Attività politica

  • Presidente della Regione Emilia Romagna

Il 6 luglio 1993 è eletto presidente della Regione Emilia-Romagna. Nelle elezioni regionali dell'aprile 1995, le prime con l'indicazione diretta del presidente, Bersani viene eletto dal 54% dei cittadini che hanno votato la lista di centrosinistra “Progetto Democratico”. Dal gennaio al luglio del 1995 ricopre l'incarico di presidente di turno della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome.

 

  • Nel Governo Prodi II, nasce il Partito Democratico

Dal 17 maggio 2006 all'8 maggio 2008 ha ricoperto la carica di Ministro dello Sviluppo Economico nel Governo Prodi II. Il 4 luglio 2006 viene emanato dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, il primo decreto Bersani, convertito definitivamente in legge il 6 luglio 2006. Le tematiche del decreto, detto anche "decreto sulle liberalizzazioni" toccano molti settori, da quello del mercato, alla tutela dei consumatori e anche quello dell'evasione fiscale. Il 31 gennaio 2007 un secondo decreto, convertito in legge il 2 aprile 2007 amplia le liberalizzazioni e le tutele dei consumatori. Nel 2007 non si è candidato alle primarie del Partito Democratico, affermando che una sua candidatura contro Veltroni avrebbe disorientato una parte dell'elettorato. Il 13 novembre 2007 il Governo Italiano, con Bersani, allora Ministro dello Sviluppo Economico. Nel 2008 è stato ministro ombra dell'Economia per il Pd. A Pier Luigi Bersani si devono le liberalizzazioni che consentono la stipula di un'assicurazione RCA per la prima volta utilizzando la classe di merito di uno dei componenti del nucleo familiare residente allo stesso indirizzo e l'istituzione della CARD.

 

  • Elezione a segretario del PD

Nel 2009, Bersani decide di candidarsi a segretario del Partito Democratico. Bersani ha incentrato la sua candidatura sull'esigenza di unire i valori cattolico-popolari con quelli del socialismo democratico e della socialdemocrazia. Ha inoltre dichiarato il suo impegno per far sì che ogni cittadino possa votare non solo il segretario di partito, bensì anche ciascun parlamentare. Il 25 ottobre 2009 Bersani vince le elezioni primarie, battendo il segretario uscente Dario Franceschini e il senatore Ignazio Marino, e viene così eletto segretario nazionale del PD.

 

  • Segretario del PD

A seguito dell'elezione Bersani ha inaugurato una serie di incontri con i leader dei partiti dell'opposizione: Antonio Di Pietro (IDV), Nichi Vendola (SEL), Pier Ferdinando Casini e Lorenzo Cesa (UDC), Emma Bonino e Marco Pannella (Radicali Italiani), Paolo Ferrero e Oliviero Diliberto (PRC-PDCI) per cercare un'intesa comune sulla conduzione dell'opposizione al governo del Popolo della Libertà-Lega Nord e cercando disponibilità per un'alleanza per le prossime regionali del 2010 escludendo però un'alleanza per il governo nazionale con la Federazione della Sinistra con la quale rimane però in piedi l'ipotesi di un accordo tecnico-elettorale. Dal 7 novembre 2009, tramite l'istituto dell'Assemblea Nazionale, Bersani è ufficialmente il Segretario del PD.

 

  • La vittorie delle Primarie del centrosinistra

Nel luglio 2012 si candida alle Elezioni primarie di Italia. Bene Comune del 2012 indette per scegliere il candidato premier del centrosinistra alle elezioni politiche italiane del 2013. Tra gli sfidanti di Bersani: il sindaco di Firenze Matteo Renzi (Pd), il presidente della regione Puglia e presidente di SEL Nichi Vendola, il consigliere della regione Veneto Laura Puppato (Pd) e l'assessore al Bilancio del comune di Milano Bruno Tabacci (Api). Per il turno di ballottaggio Bersani riceve il sostegno di tutti i candidati eliminati al primo turno delle primarie: Vendola, Puppato e Tabacci. Il 2 dicembre 2012, al secondo turno, Bersani vince le elezioni primarie con 1.706.457 voti, pari al 60,9%, mentre Renzi ottiene 1.095.925 voti, il 39,1%. Bersani vince in tutte le regioni italiane ad eccezione della Toscana; registra ottimi risultati al sud dove supera in diverse regioni il 70% di voti.

 

  • La candidatura a Premier

Pier Luigi Bersani è dunque il candidato ufficiale della coalizione di centrosinistra Italia. Bene Comune alla Presidenza del Consiglio dei Ministri per le elezioni politiche del 2013. Il segretario Bersani alle elezioni politiche del 24 e 25 febbraio 2013 è candidato alla Camera dei Deputati come capolista del PD nelle circoscrizioni Lombardia 1, Lazio 1, Sicilia 1.

 

origine

 

 

ENG:

 

Pier Luigi Bersani (born 29 September 1951) is an Italian politician and the current Secretary of the Democratic Party, the main center-left political party in Italy. He is the candidate of his party's coalition for prime minister of Italy in the forthcoming Italian political elections (2013); he earned the candidacy by defeating the mayor of Florence Matteo Renzi in a primary election. He was Minister of Industry, Commerce and Craftmanship from 1996 to 1999, Minister of Transport from 1999 to 2001, and Minister of Economic Development from 2006 to 2008.

 

Pier Luigi Bersani was born on 29 September 1951, in Bettola, a mountain municipality in Nure Valley, in the province of Piacenza, Emilia-Romagna region, Italy. His father was a mechanic and a gas station clerk. After earning his high-school degree in Piacenza, Bersani enrolled in the University of Bologna where he graduated in philosophy with a dissertation on Pope Gregory I. He married Daniela Ferrari in 1980, and he has two daughters: Elisa and Margherita. After a short experience as teacher he committed his life to politics and public administration.

 

Political career

  • Early political career

Bersani joined the Italian Communist Party and subsequently the Democratic Party of the Left. As member of the National Secretariat of the Democrats of the Left, he was responsible for the economic sector. Very young, he became Vice-President of the Mountain Community of Piacenza, then elected in the Regional Council of Emilia-Romagna region and Vice-President of Emilia-Romagna in 1990; he was President of Emilia-Romagna from 1993 to 1996.

 

  • Center-left cabinets (1996-2001)

After the general election of 1996 he was Minister of Industry, Commerce and Craftmanship (1996–1999) and Minister of Transports (1999–2001) in the center-left cabinets of Prodi, D'Alema, Amato.

 

  • European Parliament (2004-2006)

In 2004, he was elected to the European Parliament representing the North-West region for the Democrats of the Left, part of the Socialist Group, and sat on the European Parliament's Committee on Economic and Monetary Affairs. He was a substitute for the Committee on the Internal Market and Consumer Protection, a member of the Delegation to the European Union-Kazakhstan, EU-Kyrgyzstan and EU-Uzbekistan Parliamentary Cooperation Committees, and for relations with Tajikistan, Turkmenistan and Mongolia, and a substitute for the Delegation for relations with Belarus. He left the European Parliament on his re-election to the Chamber of Deputies in 2006, and he was appointed as Minister of Economic Development in the government of Prime Minister Romano Prodi on 17 May 2006.

 

  • Prodi II Cabinet (2006-2008)

The Prodi II Cabinet assigned the Minister of Economic Development, Pier Luigi Bersani, the task of making reforms in order to achieve more market liberalization and competition. The minister responded with Decree Law 223 of 30 June 2006, later converted into Law 248/2006, popularly known as the “Bersani 1” decree on taxi drivers and pharmacies, although it addressed other sectors as well.

 

  • Secretary of the Democratic Party of Italy (2009-)

On 25 October 2009, Bersani defeated incumbents Dario Franceschini and Ignazio Marino in the Democratic Party leadership election, thus becoming Italy's main opposition leader, scoring 55.1% among party members. Since 7 November 2009, as decided by the National Assembly, Pier Luigi Bersani officially took office as Secretary of the Democratic Party of Italy.

 

Other activities

In 2001, Bersani co-founded with Vincenzo Visco the NENS ("New Economy, New Society") think tank. He is also chairman of the Nuova Romea Society that was established in 2002 with the objective of the development of Emilia-Romagna and Veneto territories.

 

source

February 9, 2010

updated: 2013-02-15

icon Pier Luigi Bersani
icon Pier Luigi Bersani
icon Pier Luigi Bersani
icon Pier Luigi Bersani
icon Pier Luigi Bersani
icon Pier Luigi Bersani

ElectionsMeter non è responsabile per il contenuto del testo. Semper Si prega di fare riferimento all'autore. Ogni testo pubblicato sul ElectionsMeter dovrebbe includere nome originale dell'autore e il riferimento alla fonte originale. Gli utenti sono obbligati a seguire avviso di violazione del diritto d'autore. Si prega di leggere attentamente la politica del sito. Se il testo contiene un errore, informazioni inesatte, si vuole risolvere il problema, o addirittura che si desidera gestire completamente il contenuto del profilo, ti preghiamo di contattarci. in contatto con noi..

 
load menu